Centro Multimediale Copyleft: la nostra proposta

24Set08
Dimostrazione delle potenzialità grafiche Ubuntu+Compiz

Dimostrazione delle potenzialità grafiche di Ubuntu+Compiz

Le licenze per la maggioranza dei programmi hanno lo scopo di togliere all’utente la libertà di condividerlo e di modificarlo. Al contrario, la GPL è intesa a garantire la libertà di condividere e modificare il free software, al fine di assicurare che i programmi siano “liberi” per tutti i loro utenti. (GNU GENERAL PUBLIC LICENSE – Versione 3, 29 Giugno 2007)

In questi giorni abbiamo incontrato il presidente e alcuni soci del LUG di Campobasso per discutere una metodologia di recupero dell’aula multimediale di Palazzo X Settembre, creata e abbandonata “per un disguido” nel lontano 2004 (Quotidiano del Molise 06/09/2008). Dall’incontro è nato un prototipo di progetto che stiamo portando avanti con la loro collaborazione. L’intento è creare un’internet-point ad accesso gratuito, dove sia possibile navigare in rete, utilizzare la posta elettronica e i programmi di video scrittura e calcolo. Alla base del progetto c’è l’utilizzo di software libero (non coperto da copyright):sistema operativo Ubuntu, Firefox per la navigazione e ovviamente OpenOffice per le applicazioni di home-office (scrittura/calcolo). Il progetto presenta principi solidi e consolidati negli anni, fatti di formazione ed educazione, riciclaggio dell’hardware, qualità, affidabilità ed economicità. Si parte dal coinvolgere alunni e docenti delle scuole nella realizzazione del laboratorio dove imparare ad utilizzare e configurare i pc, passando per il riutilizzo di sistemi hardware non recentissimi, spesso presenti nel mondo delle istituzioni, sviluppando una pratica che aiuta ad abbassare (addirittura azzerare) i costi complessivi delle dotazioni necessarie di hardware e software.

I componenti del LUG, a titolo assolutamente gratuito, si offrono di organizzare incontri di formazione per tecnici ed operatori, una edizione speciale di “Installation Party” e la gestione della manutenzione periodica. Basta solo un cenno da parte degli assessorati competenti: cultura e politiche sociali a cui, ci piace ricordare, che l’opensource favorisce l’educazione al rispetto dei criteri di uguaglianza ed equità.

Leggi anche:
Il Centro Multimediale per un passo verso il futuro



6 Responses to “Centro Multimediale Copyleft: la nostra proposta”

  1. 1 g.g

    OPENSOURCE anche nella P.A.
    subito

  2. 2 sto per cedere

    qua so tutti bravi a a lamentarsi. sotto quei ca220 di platani si lamentano tutti: le buche nelle strade, l’acqua che se và, la munezza che non la raccolgono e le casette di legno.
    Bravi Bravi… ma dove ca220 state quando si vota ? Ma li avete mai letti i programmi delle liste prima di mettere una crocetta ?
    tutti bravi a scrivere commenti su primapagina… poi però: “la firma??? nooooo grazie.. non posso… però state facendo una cosa buona, continuate così”.
    Non puoi?? Non puoi ??!??! allora stat’ zitt’.
    STAI ZITTO! ALMENO.
    ma io non penso che c’è la farò… io me ne vado.
    grillo rex.

  3. 3 mimì

    ……non cedere….
    hai ragione il bojanese è solo bravo a lamentarsi, ma non lo vedrai mai a fare qualcosa di concreto…..Ma credo che qualcosa si sta muovendo…piccola ma c’è!!!!!!!!!
    questa è la cosa più difficile in una “BATTAGLIA” NON MOLLARE, NON CEDERE……non cadere nel gioco dei “POTENTI”….
    I voti!!!!!!!!!bè fin quando ci saranno le pecore…il lupo mangerà sempre…..”a molti bojanesi viene bene la parte bella PECORA”

  4. 4 giorgio

    Sto per cedere… BENVENUTO A BOJANO!

  5. 5 Lady pearl

    non si può cedere e cadere nelle trappole “dell’ignoranza”. Tutti sono bravi a giudicare, a criticare, a tirare fuori le facce di convenienza o di “sofferenza”…..TUTTA IPOCRISIA e il coraggio di guardarsi intorno e cercare di divincolarsi scivola sempre più lontano e intanto resta il classico “do ut des” e godere del beneficio del “proprio orto”, delle proprie fave coltivate anche male…..
    A proposito un mio amico diceva:”l’amore è come un campo di fave, come ti giri giri lo prondi nel c..o” e cosi questi beneficiari……VITTIME DI UN SISTEMA, vittime della propria ombra.

    Ti dico: “tutti sanno e tutti si nascondono per paura di professare le proprie idee” non mollare e resisti……in fondo la pseudo democrazie è anche questa….

    BUONA FORTUNA


  1. 1 Svegliarsi e partecipare « Bojano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: