Il Centro Multimediale per un passo verso il futuro

26Ago08
Prometeus - La Rivoluzione dei media

Prometeus – La Rivoluzione dei media

Il 15 Dicembre 2004, alla presenza dell’allora Sindaco Roberto Colalillo, veniva inaugurata dal Magnifico Rettore dell’Università degli Studi del Molise Prof. Giovanni Cannata il Centro Multimediale di Bojano. L’aula, allestita all’interno di Palazzo ‘X Settembre’ (ex Prefettura), conteneva sette postazioni informatiche che avrebbero dovuto permettere ai circa 200 studenti matesini di accedere a servizi multimediali tra i quali ovviamente Internet.

Rassegna stampa 17/12/2008

Una cerimonia in grande stile con la partecipazione di una delle due finaliste bojanesi di Miss Italia e numerosi esponenti politici che spiccavano nelle foto a fare da contorno ad usuali promesse politiche: attività di formazione a distanza, master universitari in sede e l’impegno di estendere l’accesso a tutta la popolazione. Qualcuno ha paragonato la connettività all’acqua. Il confronto può sembrare eccessivo, ma l’accesso alla rete è ormai considerato un bene primario dal quale non si può prescindere per assicurarsi un esistenza del tutto degna. E’ per questo che la pubblica amministrazione deve essere capace di avvicinare alle tecnologie dell’informazione quelle fasce di popolazione che per ragioni sociali, economiche o generazionali presentano forme di svantaggio rispetto alla conoscenza e alla fruizione degli strumenti informatici.

Bene. Rivolgendoci all’Assessorato alla Cultura e all’Assessorato alle Pari Opportunità, chiediamo:

Esistono possibilità migliori di questa? Una sala contenente 7 computer aperta per 6 giorni a settimana per 8 ore al giorno garantisce alla popolazione oltre 17.000 ore l’anno di accesso a Internet. Bisogna al più presto offrire, in forma gratuita e a tutta la popolazione, l’opportunità di utilizzare questo servizio.

Compiere un piccolo passo verso la rivoluzione dei media per ridurre al minimo il rischio di esclusione ed emarginazione sociale. Basta solo la volontà (politica).

ps: Opensource e G.P.L. sono alla base dei temi che stiamo trattando con la collaborazione del LUG di Campobasso (Linux User Group). Stay tuned.



11 Responses to “Il Centro Multimediale per un passo verso il futuro”

  1. 1 Alex

    Bello il video!

  2. 2 La cicala

    E’ anche vero che i computer del 2004 sono obsoleti. Con una piccola parte di tanti soldi buttati in manifestazioni inutii si potevano comprare anche computer nuovi

  3. 3 Gianni

    L’assessore è sempre troppo impegnata a organizzarzi la pubblicità personale per pensare alle famiglie che non hanno internet a casa. Questa è un’altra richiesta che rimarrà senza risposta.

  4. 4 Fabrizio

    MA nel video non ci si chiarisce se nel 2051 faremo ancora l’Amore, o ci scambieremo carezze…magari tutto ciò sarà aquistabile nei nuovi love virtual love shops sotto forma di sensazione eterea sprigionata dai sofisticatissimi microchip di una cartina da appoggiare sotto la lingua, o da appiccicare sulle zone erogene..

    Viva la libera informazione a patto che non sparisca l’uomo sociale a vantaggio del solitario sguardo fisso nello schermo!

  5. 5 Alex

    Posso essere d’accordo ma l’inizio che dice “L’uomo è Dio” spiega un pò di più il perchè delle conclusioni a cui poi giunge. No?

  6. 6 pro-bionic

    x fabrizio
    e se questo significasse anche la fine di piaghe come corruzzione, speculazione, fame e GUERRA ? Per me nè sarebbe valsa la pena.

  7. 7 Fabrizio

    Mi sveglio al mattino, ed il sentimento ottimistico di pro-bionic mi conforta per qualche momento.
    mi dico che forse anche per me ne varrebbe la pena.
    Ma poi mi viene il dubbio di non essere ancora del tutto sveglio…mi dò un pizzicotto, infatti, e mi accorgo che purtroppo stavo sognando.

    Ma è stato bello lo stesso!

  8. 8 subculture

    A Bojano non c’è la cultura della cultura! Si pensa solo concerti e musica. Ma cosa rimane di un MFF, di un “De Moulin” o di un Ver Sacrum ? Solo un pugnio di sabbia. Allora è sicuramente meglio ridimensionare e investire nel lungo termine: bibliteche, cinema o sale multimediali.
    Ci daranno mai ascolto ? No. Hanno orecchie per sentire ma non per ascoltare.

  9. 9 stregaspettinata

    Diranno certamente che non ci sono soldi per pagare gli (almeno due) impiegati per tenere aperta la struttura.
    Scommettiamo?

  10. 10 masudai

    Scommettiamo che vi si calcolano proprio?


  1. 1 Centro Multimediale Copyleft: la nostra proposta « Bojano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: