L’eolico selvaggio approda nella area Matesina

12Giu08

Traliccio di un elettrodotto da 380mila volts

La World Wind Energy Holding S.r.l. ha presentato al Comune di Duronia, in data 7 maggio 2008, un progetto per l’installazione di un impianto eolico da 22 MegaWatt costituito da 11 aerogeneratori di 2 MW cadauno alti 126 metri (un palazzo di 40 piani) e con un diametro delle pale di 92,50 metri (un campo di calcio).

Cercando in rete abbiamo trovato, sul sito della provincia di Campobasso, un documento nella quale viene indicato l’oggetto completo e che, ‘ai fini dell’informazione e della partecipazione dei cittadini’, esprime la possibilità di visionare tutti gli elaborati relativi all’intero progetto:

Realizzazione di un parco eolico di potenza prevista pari a 22 MW nel Comune di Duronia e relative opere e infrastrutture connesse nei Comuni di San Polo Matese (CB), Molise (CB), Casalciprano (CB), Busso (CB), Baranello (CB), Colle D’Anchise (CB) e Frosolone (IS) da parte di World Wind Energy Holding Srl

Ma cosa sono le “relative opere e infrastrutture connesse” da realizzare, tra l’altro, nei comuni di San Polo Matese e Colle D’Anchise? L’abbiamo chiesto telefonicamente al geometra del 1°Settore 4°Servizio della Provincia, il quale molto cortesemente ci ha invitato a prendere visione del progetto. Purtroppo, non abbiamo questa possibilità. Altre ricerche, però, ci hanno portato a concludere che quei comuni potrebbero essere interessati dalla realizzazione di un elettrodotto ad alta tensione (aereo o interrato) e in alcuni punti della tratta dalla costruzione di cabine di trasformazione, per permettere all’impianto eolico di collegarsi alla rete elettrica nazionale. Non ci piacerebbe (ma neanche ci sorprenderebbe) sapere che queste opere possano risultare dannose per la salute delle popolazioni circostanti.

Il Prof. Umberto Berardo, presidente del neonato “Comitato contro l’eolico selvaggio a Duronia”, in un singolare articolo apparso su www.altromolise.it e su www.ilbenecomune.it descrive le motivazioni con le quali si chiede all’Assessorato all’Ambiente della regione Molise e al Comune di Duronia di sospendere il progetto per la realizzazione dell’Impianto Eolico. Vi consigliamo caldamente di leggerlo.

E’ opportuno sapere che:

  1. La World Wind Energy Holding Srl all’atto di presentazione del progetto versa, come diritto d’istruttoria, la modica cifra di 31.000€ (20.000€ fisse più 500€ a megawatt).
  2. La World Wind Energy Holding Srl è una società controllata al 100% da EOS 7 Ginestra Srl a sua volta è controllata al 100% da EOS Windenergy Srl a sua volta controllata al 100% da Enertad SpA a sua volta controllata da ERG SpA, società a capo dell’omonimo gruppo, attivo nel settore del petrolio.
  3. Su base statistica un impianto da 22MW produce un fatturato annuo di circa 8 MILIONI DI EURO mentre l’amministrazione comunale percepisce mediamente 1.000 euro a MW installato. (Fonte: Dossier istruttorio sulla reale dinamica della proliferazione degli impianti eolici in Italia)

Siamo favorevoli alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili che siano compatibili con il territorio, che non causino disastri ambientali e che non mettano a rischio la salute della popolazione; siamo favorevoli all’energia eolica, che vediamo come una delle fonti rinnovabili possibili insieme al fotovoltaico, tra quelle attualmente meno dannose per la salute dei cittadini, purché si parli di microeolico e non di eolico industriale selvaggio;

bojano,boiano


7 Responses to “L’eolico selvaggio approda nella area Matesina”

  1. 1 kk

    nn pensavo che dietro all’eolico si nascondesse tanta schifezza!

  2. 2 alex

    Scusate ma perchè “non avete avuto la possibilità” ?

  3. 3 gianni

    forse un pò troppo polemici, volete l’elettricità gratis? pensiamo a lavorare

  4. 4 stregaspettinata

    x gianni:

    non ho capito, davvero non ho capito che vuoi dire.

  5. 5 bojano

    x alex:
    nessuno di noi è giornalista di professione…. anzi !!
    fare ricerche su internet porta via del tempo, ma andare in giro ne porta via molto di più e il 14 giugno è scaduta la possibilità di visionare il progetto.

  6. 6 tetsuo

    siete davvero troppo polemici. i beni comuni dovrebbero concederli gratis. anzi potremmo versare qualcosa a chi ha le idee per sfruttarli. finanziamo i progetti imprenditoriali rivolti all’acqua, all’aria e alla terra.
    il federalismo fiscale è alle porte, ammagari.

    complimenti per il lavoro che state portando avanti, purtroppo c’è del marcio in danimarca (e non solo).


  1. 1 …e adesso ci girano le pale « Bojano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: